Madrugada

I protratti periodi privi di idee e creatività imponevano su di lui quella malinconia a buon mercato che prende sempre la gente nei momenti in cui finisce qualcosa di bello e atteso. Come quando durante la notte si scioglie la compagnia degli amici, o quando nelle sere di tardo agosto ci si accorge all’improvviso che l’estate se ne è andata, e i presagi dell’autunno attirano sempre più presto il buio. Sulla spiaggia deserta, coi piedi a mollo nei primi metri di mare osservava l’alba, nella vacua ed orrendamente pigra speranza che il sole oltre al caldo infernale gli elargisse anche qualche colpo di genio; se si rendesse conto che affidare la propria ispirazione a un astro lontano e indifferente non era la migliore delle scommesse, non lo sapremo mai.

 

Opossum

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.