Precario – Autoesame

Quello che scrivo non è una biografia, voglio dire: la mia vita è talmente monotona, noiosa e miserabile.
Rileggendomi sembra quasi che abbia vissuto una sequela di episodi ambientati in un bar. Tragicomica sit-com con risate registrate, girata in studio con un pubblico che non ride mai.

E tanto per cambiare sono al bar, a pensare.

Autoesame, oggi analizzo la mai vita nel modo il più possibile sincero. È ora di cambiare.
Nel poco che ho campato ho provato di tutto.
Avevo quella curiosità per il posto fisso ma sembra che non esista più, ora c’è qualcosa di più dinamico e decisamente meno noioso perché alla gente piace cambiare spesso. Evidentemente non capii bene e mi ritrovai a fare sempre cose noiose.
In seguito provai il Mestiere ma abbandonai subito; è un peccato vedere una persona meravigliosa come me con una cazzuola in mano.
Provai anche con la criminalità, mi avevano parlato di strada facile, periodo di abbondanza seguito da fallimento totale ma va bene lo stesso alla fin fine. Evidentemente anche qui capii male, trovai un socio, andammo a rubare del ferro in un deposito, sedici minuti dopo la nostra carriera criminale era finita.
Fortuna che avevo un avvocato in gamba. Non parlare mai durante il processo tu non sai parlare, mi diceva ed aveva ragione. Tutto sommato fini bene, mi feci la maggior parte del tempo a casa.

Alla fine trovai, no in realtà me lo trovarono, un altro lavoro, sulla carta non era per niente noioso: commesso in una videoteca.
Andava bene finché la gente non comincio a chiedermi consigli che una cosa altamente stronza se ci pensate bene; nell’era dell’informazione e della comunicazione non hanno certo bisogno di un commesso per prendere una decisione. Ci sono interi reparti di marketing che lavorano per convincerli su cosa spendere soldi, cosa centro io ?
Come è questo ? Non lo so, faccio il commesso mica recensioni. Non dovresti rispondere così ai clienti. Si ha ragione, scusi signor René.
Il mio capo il signor René. Brava persona.
Anzi no è uno stronzo, mi ha rimpiazzato con una macchinetta automatica.

Il capitolo alcol è criptico, non è che sono alcolizzato ma non posso affermare nemmeno il contrario.
Prendiamo l’esempio di due sere fa, era sabato sera e come giusto che sia ero ubriaco.
Camminavo nel centro e dovevo avere un’andatura particolare visto che in tanti la commentavano. Tornavo a casa, avevo finito i soldi, quando un manifesto attirò la mia attenzione.
Era un manifesto che pubblicizzava il circo, non un circo normale ma bensì un circo fatto di circensi neozelandesi. I circensi neozelandesi sul manifesto promettevano di mostrar al fortunato pubblico una piovra gigante viva. Mi fermo a pensare a quanto sia una cosa stronza promettere una cosa del genere quando sento il vomito salire e spruzzo per bene il manifesto dei circensi neozelandesi.
La gente è disgustata e passa veloce accanto a me, le mamme si tirano i bambini vicino, qualcuno ride e qualcuno mi insulta. Vomitare sui manifesti dei circensi neozelandesi che promettono di mostrar al fortunato pubblico una piovra gigante viva non è carino evidentemente.
Una vecchia mi si avvicina e severa mi domanda: perché ti riduci così ? Sei un bel giovane !
Che dovrei dirle ? Per dipendenza ? No. Per ostentazione ? No. Per dimenticare ? Dimenticare cosa poi ?
Alla fine le dico la sola è unica risposta sensata: Signora perché non dovrei ? Lei prende la vita troppo sul serio.

Alla fine il giudizio è che sono l’agnostico perfetto. Ho in sospeso il giudizio su ogni cosa. Applicare il pensiero agnostico solo alla religione è così mainstream.
Di sicuro sono il tipo di persona che Dorian Gray non inviterebbe a cena.

Slon

Be Sociable, Share!

One thought on “Precario – Autoesame

  1. Mi PiACE molto la storia, è molto realistico, scritto davvero bene (anche se non sono per niente una specialista della scrittura in italiano) ma insomma bello!
    Ho voglia di incontrare il personaggio per aiutarlo a ritrovare la sua strada!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.